Il famoso Spritz, popolarissimo nel Triveneto, è da anni uno dei protagonisti assoluti dell’aperitivo italiano. Recentemente l’azienda Campari ha tolto i prodotti Aperol e Campari dal Prontuario e nel mondo sglutinato c’è un po’ di preoccupazione. Il nostro momento di piacere davanti ad uno spritz finisce qui?

aperol SPRITZQuella di Campari sembra essere in realtà una scelta di non adesione al progetto Prontuario per l’anno 2016.  Di conseguenza l’AIC non può consigliarne il consumo al celiaco, a meno che i prodotti non riportino la dicitura “senza glutine” nell’etichetta.

In questo caso stiamo parlando delle bevande alcoliche dell’azienda, poichè sono queste a rischio (“Bevande alcoliche addizionate con aromi o altre sostanze”), non quelle analcoliche.

Questa mancanza di sicurezza ci priverebbe del piacere dello Spritz, che ricordiamoci è composto da 6 cl di prosecco, 4 cl di Aperol e una spruzzata di soda/seltz, dopo anni in cui il problema sembrava non porsi più.

Segnaliamo però dalla sezione FAQ del sito Aperol, la risposta a domanda diretta sulla presenza di glutine o meno nel prodotto.

 

APEROL PUÒ ESSERE BEVUTO DAI CELIACI?

Sì, Aperol non contiene glutine.

Inoltre nessuno dei componenti di Aperol Spritz (Aperol + Prosecco Cinzano) contiene glutine.


 

Voi cosa ne pensate? Avete mai avuto problemi con questi prodotti?

nel dubbio… Beviamoci su! O meglio di no?

aperol spritz marylin monroe

Commenta