Il tiramisù è per eccellenza il dolce italiano più conosciuto nel mondo. Indubbiamente di origini italiane, sono però molteplici le regioni che si contendono la paternità di questo dolce, chi lo colloca in Toscana, chi a Torino, altri in Friuli, Veneto ed Emilia Romagna. Insomma, fin’ora le idee su questo aspetto sono un pò confuse, certo è che però è 100% made in Italy, buonissimo e tutto il mondo ce lo invidia!

C’è chi lo realizza con i savoiardi e chi con il pan di spagna, pertanto ecco qui di seguito la doppia versione, sia che optiate per i classici savoiardi che per il pan di spagna: ovviamente il tutto gluten free ed home made.

 

Ingredienti per i savoiardi:

4 uova
120gr. di zucchero
80gr. di farina di riso
40gr. di fecola di patate
Buccia grattugiata di un limone
Zucchero a velo e zucchero semolato per spolverizzare

Ingredienti per il pan di spagna:

6 uova
180gr. di zucchero
90gr. di farina di riso
90gr. di fecola di patate
1 bacca di vaniglia
1 pizzico di sale
Burro chiarificato q.b.

Ingredienti per il tiramisù:

6 uova
500gr. di mascarpone
120gr. di zucchero
400gr. di savoiardi o di pan di spagna
Caffè q.b.
Zucchero q.b.
Cacao amaro q.b.

 

Tiramix2

Procedimento per i savoiardi:

Prima di tutto separate i tuorli dagli albumi, lavorando i primi con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e gonfia. Montate gli albumi a neve ferma e incorporatene la metà ai tuorli con l’aiuto di una spatola e con un lento movimento dal basso verso l’alto. A questo punto incorporate il limone grattugiato, farina e fecola setacciate facendole cadere lentamente ed amalgamando sempre dal basso verso l’alto. Fatto ciò incorporate anche l’altra metà degli albumi montati a neve. Al termine otterrete un impasto gonfio e sodo, mettetelo delicatamente in una sac à poche e formate, su una teglia foderata con carta forno, delle strisce lunghe una decina di centimetri e larghe uno.

Spolverizzate con zucchero semolato e zucchero a velo, dopodiché infornate a 200°C per 10 minuti.

Procedimento per pan di spagna:

Dividete accuratamente gli albumi dai tuorli. Mettete i primi in una terrina unitamente ad un pizzico di sale e a 60 grammi di zucchero e montate a lucido, ovvero fino a quando gli albumi non saranno diventati di un bel colore bianco lucido.

Incidete la bacca di vaniglia e prelevatene i semi. In un recipiente mettete i tuorli con i restanti 120 grammi di zucchero ed i semi di vaniglia e lavorateli fino ad ottenere un composto spumoso e con una bella alveolatura giallo chiaro.

A questo punto unite delicatamente ai tuorli sbattuti gli albumi e mescolate con una spatola dall’alto verso il basso per non smontare il composto. Aggiungete infine la farina di riso e la fecola di patate setacciate amalgamando bene il composto che deve risultare totalmente privo di grumi.

Imburrate una teglia (meglio se rettangolare) e versate il composto al suo interno livellandolo con una spatola. Infornate a 160°C per circa 45 minuti.

Procedimento per il tiramisù:

Come prima cosa prepariamo la crema al mascarpone: dividiamo i tuorli dagli albumi e lavoriamo i primi con metà dello zucchero con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere un impasto chiaro, spumoso e cremoso. Aggiungete a questo punto il mascarpone e lavoriamo con delicatezza la nostra crema. A parte iniziamo a montare a neve ferma gli albumi, quando questi saranno semi-montati aggiungiamo l’altra metà dello zucchero e poi continuiamo a montare il tutto. Una volta pronti incorporiamoli ai tuorli con il movimento delicato di una spatola dal basso verso l’alto.

Ora che la crema è pronta procediamo preparando il caffè, versiamolo in una teglia, zuccheriamolo leggermente e lasciamolo intiepidire per poter immergervi i savoiardi o il pan di spagna, nel caso di quest’ultimo tagliate delle fette spesse circa un centimetro da utilizzare al posto dei savoiardi.

Passiamo quindi ad assemblare il nostro dolce. Sulla teglia prescelta oppure nelle coppette versiamo un primo strato di crema, dopodiché aggiungiamo savoiardi o pan di spagna che avremo inzuppato nel caffè, ricopriamoli di crema e procediamo in questa maniera fino all’ultimo strato di crema che cospargeremo con il cacao amaro.

Una volta pronto lasciate riposare il dolce in frigorifero per qualche ora in modo da compattare il tutto, dopodiché potrete servirlo.


Link alla ricetta sul sito di Monica: Monica’s Kitchen

Commenta