Un richiamo dalla savana accompagna la torta che ho preparato quest’oggi e che sarà particolarmente apprezzata dai più piccini! A dispetto del suo aspetto realizzarla è molto semplice, l’impasto base è molto simile a quello di una torta margherita, mentre l’effetto finale è dato semplicemente dalla modalità con cui viene versato l’impasto nella tortiera.

 

Ingredienti:

300gr. di farina di riso
200gr. di zucchero
140gr. di latte di mandorla Alpro
130gr. di olio di riso
40gr. di cacao amaro
15gr. di lievito per dolci
4 uova
1 bacca di vaniglia
1 pizzico di sale
Burro chiarificato o olio di riso q.b.
Zucchero a velo q.b.

Tortazebra5

 

Procedimento:

Per realizzare questa torta potrete scegliere se preparare l’impasto base tutto assieme e poi dividerlo in due parti uguali alle quali aggiungere vaniglia o cacao, oppure realizzarlo già diviso dividendo la quantità riportata negli ingredienti come se doveste realizzare due torte.. Io ho optato per la seconda modalità, ovvero tenendo separati sin dall’inizio i due impasti in modo da avere due quantitativi identici.

Come primo passo dovrete dividere gli albumi dai tuorli. Questi ultimi metteteli in una terrina, aggiungete lo zucchero ed iniziate a mescolare con forza per alcuni minuti fino ad ottenere una crema morbida e di un colorito giallo chiaro. A questo punto potrete aggiungere olio di riso e latte di mandorla versandoli a filo e continuando a mescolare.

Gradualmente incorporate la farina setacciata con il lievito fino ad ottenere un impasto liscio e privo di grumi. A questo punto se avrete realizzato un impasto unico è giunto il momento di dividerlo in due parti uguali; a una delle due aggiungete il cacao amaro e mescolate fin quando il composto non sarà diventato scuro e privo di grumi, per l’altro invece dovrete incidere la bacca di vaniglia ed aggiungere i semi presenti nella stessa al vostro impasto.

Montate ora a neve due albumi per volta con un pizzico di sale ed incorporate i primi due all’impasto alla vaniglia e gli alti a quello al cacao, aiutandovi con una spatola ed effettuando un movimento dal basso verso l’alto. I due impasti dovranno avere la stessa consistenza, se uno dei due risulta molto più denso dell’altro aggiungete ancora un pò di latte di mandorla fin quando non saranno identici sotto questo aspetto.

Imburrate o oleate una teglia rotonda e versate al centro due cucchiaiate di impasto chiaro, prendete poi quello scuro e versate due cucchiaiate al centro di quello chiaro, proseguite con questa modalità fino a quando non avrete esaurito entrambi gli impasti. Questo procedimento è il più delicato che porterà alla formazione dell’effetto zebrato della torta, pertanto fate attenzione a non muovere o scuotere la tortiera!

Cuocete in forno a 180°C per 40 minuti, lasciate raffreddare ed infine spolverizzate con lo zucchero a velo. La divisione ben netta tra i due strati sarà ben visibile sulla superficie della torta una volta estratta dal forno, ma sarà ancora più bello da osservare quando ne taglierete una fetta.


La ricetta sul  sito di Monica’s Kitchen

Commenta